LA  VAL TREBBIA TRA MAGIA, MISTERI E NATURA:  LA PIETRA PERDUCA E LA PIETRA PARCELLARA

foto della pietra perduca
Siamo nell’affascinante scenario della Val Trebbia, a pochi chilometri della città. Alziamo gli occhi all’orizzonte, ci godiamo il panorama ed ecco che tra i morbidi declivi delle colline Piacentine svettano due misteriosi rilievi rocciosi di colore scuro…È proprio lì che ci porterà questo percorso!

Seguiteci in una camminata alla scoperta della storia di queste rocce, del loro paesaggio e della vegetazione rara che accoglie. Insieme respireremo l’atmosfera intrigante di questi luoghi e ci lasceremo trasportare da un contesto particolarmente suggestivo che ci regalerà una vista panoramica  sull’intero corso mediano del fiume Trebbia, un profilo inconfondibile che serpeggia con le sue anse tra le montagne circostanti.

Pronto per partire insieme a noi alla scoperta di un luogo unico e misterioso?

DATA DELL’INIZIATIVA: 13 ottobre 2019

Cosa ti aspetta?

Ore 10,00: Incontro con i partecipanti c/o il municipio di Travo

  • Inizio del sentiero fra i campi fino al crinale Trebbia-Luretta.

– Arrivo al bel bosco che fa da cornice al panorama della val Luretta, fin a raggiungere la strada asfaltata che proviene dal passo di Caldarola.

– Passeggiata panoramica sulla costa fra la valle del torrente Dorba di Bobbiano e la conca  di Bobbio.In lontananza, vista delle cime della Val Trebbia e della Pietra Parcellara.

  • Inizio del percorso sterrato e successivo arrivo presso l’oratorio della Pietra Parcellara (m. 730)

– Vista panoramica a 360°: a nord la vallata incisa dal torrente Dorba, variamente coltivata, l’evidente “panettone” roccioso della Pietra Perduca e, più lontano, la torre di Bobbiano con la chiesa di San Michele.

– Discesa sul sentiero in direzione la Perduca.

Pranzo: al sacco

  • Camminata in direzione del boschetto alla base della Perduca. – Arrivo sulla cima e vista panoramica
  • Partenza in direzione Pietra Parcellara
  • Rientro verso le auto

Saluti e fine del percorso

Curiosità

Pietra Perduca : Monti di rocce dal colore nero-verdastro chiamate ofioliti, in netto contrasto coi rilievi più morbidi del paesaggio circostante.

Chiesa di Sant’Anna: costruita in epoca medievale, sorge sullo spuntone della Pietra Perduca

Una fauna particolare: In cima alla Pietra Perduca si possono ammirare alcune vasche squadrate scavate nella pietra  in epoche antiche e colonizzate da timidi tritoni

Il Percorso

. Tempo di percorrenza: 4,30 ore circa al netto delle soste.

. Lunghezza: 8 km circa, tutto su sentiero ben tracciato e 5 km su strada

. Dislivello: mt 600

. Punto più alto: vetta Pietra Parcellara , 836 mt slm

. Difficoltà: turistico, tranne una parte su sentiero esposto, sconsigliato a chi soffre di vertigini

NOTE:

La salita verso la Pietra Parcellara, benché facile, richiede molta attenzione, specialmente dopo le giornate di pioggia se si hanno bambini al seguito. Le calzature da montagna, sono da considerarsi obbligatorie per ascendere alla vetta.

Da portare con te:

Zainetto leggero con borraccia (consigliato almeno 1 litro di acqua), giacca a vento in caso di pioggia, abbigliamento comodo, scarponi da trekking leggeri con suola scolpita (Importante: NO scarpe da ginnastica), crema solare e repellente per insetti, cappello, occhiali da sole, e se ce l’hai non dimenticare il binocolo!

Contributo di partecipazione all’iniziativa a persona: 

– contributo per l’organizzazione dell’iniziativa, compreso l’accompagnamento del Geologo e guida ambientale escursionistica, da versare all’associazione:  Euro 15 (Adulti) – Euro 10 (Ragazzi sotto 14 anni)

Non comprende il pranzo e tutto quello che non viene menzionato nel contributo di partecipazione.

Numero minimo di partecipanti: 10  –  Numero massimo di partecipanti: 15

MI ISCRIVO

I commenti sono chiusi.